Requisiti e passi per diventare donatore

Età:compresa tra i 18 anni e i 60 anni (per iniziare a donare sangue intero), mentre 65 anni è l’età massima per proseguire l’attività di donazione, salvo deroghe a giudizio del medico.
Peso: più di 50 Kg.
Pulsazioni: comprese tra 50-100 battiti/min (anche con frequenza inferiore per chi pratica attività sportive).
Pressione arteriosa: tra 110 e 180 mm di mercurio (Sistolica o MASSIMA); tra 60 e 100 mm di mercurio (Diastolica o MINIMA).
Stato generale di salute: buono.
Stile di vita: nessun comportamento a rischio.
Comunque è doveroso autoescludersi per chi abbia nella storia personale:

  • assunzione di droghe;
  • alcolismo;
  • rapporti sessuali ad alto rischio di trasmissione di malattie infettive (es. occasionali, promiscui, …);
  • epatite o ittero;
  • malattie veneree;
  • positività per il test della sifilide (TPHA o VDRL);
  • positività per il test AIDS (anti-HIV 1);
  • positività per il test dell’epatite B (HBsAg);
  • positività per il test dell’epatite C (anti-HCV);
  • rapporti sessuali con persone nelle condizioni incluse nell’elenco.

L’intervallo minimo tra una donazione di sangue intero e l’altra è di 90 giorni per gli uomini e le donne in menopausa(frequenza massima annua di 4 donazioni di sangue intero) e di 180 giorni per le donne (frequenza massima annua di 2 donazioni di sangue intero, inoltre le donne non possono donare sangue durante le mestruazioni o la gravidanza, e per un anno dopo il parto).
Mentre nel caso di una donazione di plasma, l’intervallo minimo tra una donazione e l’altra si riducono, sia per l’uomo che per la donna, a 30 giorni dall’ultima donazione (sia essa di sangue intero o di plasma).